Il Mantra di Tara, per saperne di più

dove ogni parola ha un senso

Il Mantra

  •  OM “Per favore concedici le benedizioni del tuo corpo, della tua parola e della tua mente”
  • TARE “Aiutaci ad uscire dal ciclo delle morti e delle rinascite”
  • TUTTARE “Aiutaci a superare gli otto tipi di paura”
  • TURE “Proteggici dalle sofferenze fisiche e mentali, in questa vita”

Tara è colei che è andata al di là del ciclo delle morti e delle rinascite (samsara), poiché all’interno di questo ciclo esiste la sofferenza, Ella è andata oltre la sofferenza. Esistono 6 tipi di esistenza nel samsara: il primo reame è quello infernale, il secondo è il regno della fame e della sete (spiriti famelici), il terzo è il regno animale (TRE REAMI INFERIORI); il quarto è il regno umano, il quinto è quello degli dei o esseri celestiali, il sesto quello dei semidei o titani (TRE REAMI SUPERIORI). Tutto questo rappresenta il Samsara, esistenza ciclica e condizionata dove esiste sofferenza. Per sfuggire dalla sofferenza si devono affrontare le proprie paure. Esistono otto tipi di paure interne ed otto tipi di paure esterne ad esse collegate: Tara è energia ispiratrice per superare tutte queste paure. Le otto paure interne sono : ATTACCAMENTO, RABBIA, ORGOGLIO, DUBBIO, INVIDIA, ODIO, VISIONI DISTORTE, AVARIZIA. Le sofferenze mentali possono essere: la Sofferenza del cambiamento o la Sofferenza che tutto pervade (è nella natura stessa del corpo la sofferenza, un corpo privo di sofferenza è detto “corpo non contaminato” ): ecco che essere attaccati al corpo = essere attaccati alla sofferenza. Altre sofferenze mentali si riscontrano in: Sofferenza di incontrare ciò che non si vuole; Sofferenza di separarsi da ciò che si vuole; Sofferenza di non ottenere ciò che si vuole.

 

per comprendere l'essenza di Tara

Rappresentazione iconografica

Tara siede di norma su di un fiore di loto (rinuncia alla sofferenza, mancanza di attaccamento al samsara, interesse alla purezza) e sopra un disco lunare (mente illuminata di bodhicitta, pensiero a beneficio di tutti), attorno a lei c’è un disco solare (vacuità dei fenomeni); presenta una gamba allungata ed una raccolta (unione di metodo e saggezza), la mano destra è verso il devoto con il pollice sul palmo (“Tu che hai il desiderio dell’illuminazione, vieni a me”), la mano sinistra ha pollice e anulare che si toccano (“Voi che avete fiducia in me non dovete aver timore, io vi assisto e in me sono il Buddha, il Dharma – la Legge, la Via, il Sangha o comunità monastica, che rappresenta il blocco delle azioni non virtuose”), tra pollice ed indice c’è un fiore di unpala – loto (“Sollevati dal torpore dell’ignoranza”); Tara ha due seni turgidi (beatitudine non contaminata), il volto è tondo come la luna, sorride, ha due occhi molto belli (compassione) e presenta varie ornamenti quali orecchini, collana, gioielli a mani e piedi (sono le 6 perfezioni: GENEROSITA’, MORALITA’, PAZIENZA, GIOIA, CONCENTRAZIONE, SAGGEZZA).