hEmpowering Bottom Up

Shah Hemp Inno-Ventures (SHIV) è una startup Nepalese che ha scelto un piccolo villaggio del Mithileshwar Nikash per il suo primo progetto di costruzione “hEmpowering Bottom-Up” dopo aver costruito un ospedale  a Janakpur all’inizio di quest’anno.

Il villaggio è nel distretto di Dhanusha, nel sudest del Nepal, ospita membri della casta più bassa, i Dalits, i quali hanno sofferto molto per la discriminazione a seguito di una profonda ingiustizia sociale, ha detto Nivedita Bansal Shah COO a SHIV.

Avere un posto pulito e sicuro dove vivere, mangiare e dormire è il requisito di base per qualsiasi ulteriore sviluppo che può avvenire nel villagio, dice Dhiraj Shah. I Dalits hanno sofferto da per decenni in seguito al sistema di caste ha aggiunto.

SHIV è stata lanciata all’inizio di quest’anno ed ha sede a Katmandu e sta sviluppando diversi prodotti basati sulla Canapa che cresce Naturalmente in Nepal. Attenzione particolare è stata posta a quelle qualità della Canapa che la rendono anche ottimo materiale di costruzione. Questo materiale può essere usato, data l’abbondanza di materia prima nel paese, per la massiva ricostruzione necessaria a seguito del terribile terremoto del 2015. L’azienda ha però anche iniziato a produrre cibo e prodotti per il “benessere” in modo da garantirsi una iniziale sostenibilità su microscala.

Bamboo & Calce-Canapa

L’azienda ha iniziato una collaborazione con “National Women Development Advocacy Center (WDAC)” un’associazione non profit che è in contatto direttamente con il Social Welfare Council Nepalese. Insieme SHIV e WDAC hanno iniziato una raccolta fondi iniziale per finanziare un progetto pilota che prevederà la costruzione di 3 abitazioni utilizzando materiali locali (bambù e calce-canapa) con un costo totale di 15.000 euro. Dhiraj K. Shah, il fondatore di SHIV ha ideato un layout preliminare per le future abitazioni ma una volta che il progetto prenderà il via (quando saranno raccolti i fondi necessari) ogni casa sarà adeguata alle esigenze di ogni famiglia.

Il lavoro di SHIV nelle costruzioni in canapa è condotto da un veterano del settore, Steve Allin dell’International Hemp Building Association.

Dhiraj Shah fa notare come nonostante il Nepal abbia ricevuto un supporto mondiale a seguito del terremoto i progetti di ricostruzione oggettivamente vanno molto lenti e sono stati molto criticati per la loro inefficienza. Fa notare inoltre come sia stata necessaria una tragedia di quel calibro per far si che venisse data una casa a qualcuno. C’è una grandissima fetta di popolazione che non ha sofferto del terremoto semplicemente perché non ha una casa, a loro non è andato nessun aiuto.

Verranno introdotti anche 'Presidi Sanitari'

Il progetto di costruzione di abitazioni nel villaggio del Mithileshwar Nikash è in congiunzione con un iniziativa del Dr. Simone Fagherazzi, un medico italiano che si occupa di Medical Cannabis e si è appena unito a SHIV come partner per eseguire ricerche sulle potenzialità terapeutiche della Cannabis che cresce naturalmente in Nepal (quindi non selezionata) mettendo SHIV nelle possibilità di creare una combinazione di spazi vitali salutari e sollievo dei problemi di salute della popolazione.

Il Dr. Fagherazzi si è trasferito in Nepal all’inizio di quest’anno dopo aver sofferto troppo la frustrazione di una mancanza di accettazione della Medical Cannabis da parte dell’establishment medico italiano “ero stanco di essere guardato dai miei colleghi come il “medico drogato” ha detto.

Nonostante la Medical Cannabis sia legale in Italia e con essa la sua prescrizione, questo farmaco è ancora guardato con disprezzo dalla maggior parte della classe medica. I prezzi che devono affrontare i pazienti inoltre, sono talmente elevati che molto spesso non possono permetterseli, ha fatto notare il Dottore. Spera che documentando il suo lavoro in Nepal possa riportare queste ricerche alla comunità medica Italiana per renderla consapevole delle sue ampie possibilità, ha concluso.

Puoi partecipare come volontario ai progetti o contribuire con una donazione.
Scopri come puoi partecipare nella sezione volontariato
I diversi progetti potrebbero avere dei crowdfounding dedicati.
Le donazioni raccolte verranno utilizzate a seconda delle necessità, nei progetti in cui è impegnata Dikesalute.

hEmpowering Bottom Up 2016

Video

Parlano di Noi

"SHIV Gets Hospital Project Rolling"
Leggi l'articolo ~ HempToday
"SHIV Seeks to Provide Shelter in Village"
Leggi l'articolo ~ HempToday
"SHIV nears completion of a hemp home"
Leggi l'articolo ~ HempToday

Seguici

Collabora con Noi

Dikesalute e SHIV sono alla ricerca di un tipo particolare di volontariato: quello di persone con competenza, che si vogliano applicare a 360° nel campo della Canapa e che siano disposti a stare per almeno 3 mesi in Nepal in modo da poter utilizzare quelle competenze in una modalità costruttiva per gli abitanti nepalesi.

Qualsiasi tipo di competenza potrà essere valutata e il viaggio sarà totalmente a carico del volontario. Le opportunità che si possono sviluppare, immense.

Contattaci per maggiori informazioni allegando il tuo Curriculum Vitae e rispondendo alla domanda:

“Con che competenze vorresti aiutare DIKESALUTE-SHIV a sviluppare sostenibilmente il Nepal attraverso l’utilizzo della pianta di Canapa?”

Galleria

Shah Hemp Inno-Ventures (SHIV)

In questa nuova avventura Nepalese che la vita mi ha riservato non credevo di avere così tante opportunità, accade però, che il Destino (visto come Disegno onnisciente della Grande Madre) sia strano, imprevedibile e perchè no anche bellissimo. Succede così che casualmente, ho incontrato un ragazzo nepalese mio coetaneo che, all’epoca del Terremoto del 2015 stava proseguendo la sua carriera universitaria come ricercatore in ingegneria in Portogallo. Dopo la tragedia che ha colpito il suo paese natio ha deciso di tornare e fondare un’azienda, basata sulla rivalutazione della Canapa a 360°. Questa pianta rappresenta infatti una risorsa incommensurabile per questo paese in quanto è uno dei materiali più abbondanti reperibili nella natura ancora incontaminata che regna tra le valli e le montagne del Nepal. L’idea iniziale era di focalizzarsi soprattutto sulle costruzioni in calce-canapa ma in un anno di lavoro l’azienda sta spaziando in tutti i campi in cui è possibile utilizzare questa pianta molto versatile.

Nel mio piccolo sto cercando di dare il mio contributo per la parte “medica”.
Un saluto di cuore a tutti.

Om Namah Shivaya.
∼ Simone

We are looking for skilled people that want to join us for some periods in order to work together and share our skills between each other.

Contattaci per maggiori informazioni (ENGLISH ONLY).


Telefono / WhatsApp
+977 98033 19991
+977 9810 345 856
The Best time to plant tree is now