Sailing to ICACO

contribuisci al Crowdfunding

Sostieni i nostri sforzi

La Cannabis è la mia passione,
il mio pane, la mia casa.
Sento che è mio dovere
che questa pianta incredibile
sia preservata e goduta da tutti.
Io sarò un fumatore, un coltivatore, un allevatore
e uno strain hunter
per la vita. 

la necessità sta diventando mandatoria

Rivendicare il diritto della Terra

consapevoli che questa è di tutti e così anche i suoi frutti…

Nonostante il lieve cambio di direzione delle politiche internazionali in materia di Cannabis, la percezione della popolazione generale è ancora viziata dal pregiudizio profondamente radicato dalle campagne denigratorie degli ultimi 100 anni che hanno dissolto in una nuvola di fumo, la tradizione millenaria che ruotava attorno a questa pianta.

La frustrazione di Dikesalute nel vedere come sia difficile eradicare questi pregiudizi, unitamente alla concezione di vita del suo fondatore, ha fatto nascere in esso, la convinzione che sia impossibile, attraverso le parole, spiegare il semplice concetto che la pianta di Canapa debba essere un alleato piuttosto che un nemico della specie umana.

È convinzione del Dr. Fagherazzi che le menti delle persone possano essere impresse solo da un esempio di vita e non dal tentativo verbale di “convincere qualcuno”. Per tale motivo il motto di Dikesalute è stato, sin dall’inizio, siate il cambiamento che volete vedere nel mondo (Mahatma Ghandi).

Gli ultimi eventi successi nel “mondo Cannabico” hanno sconvolto profondamente l’animo del dr. Fagherazzi, intimamente colpito dalla scomparsa di Franco Loja della Greenhouse Medical. Franco, connazionale del Dr. Fagherazzi, è morto in Congo nell’estate del 2016 portando avanti i suoi ideali e tentando di trovare un trattamento, grazie alla cannabis, per la malaria resistente. Questo avrebbe portato un notevole incremento di salute delle popolazioni povere. Franco e Silvia Soddu sono entrambi venuti a mancare per una patologia che, se la ricerca sulla Cannabis fosse stata più avanzata, avrebbero potuto avere una concreta alternativa terapeutica molto più efficace.

Sentendo un’intima correlazione con questa grande anima, anche se i due non si sono mai conosciuti di persona, il Dr. Fagherazzi ha deciso di prendere quell’esempio di coraggio e continuare a portare alto il messaggio che Franco viveva nella sua esistenza terrena.

per poter finalmente riabbracciare la nostra famiglia

Tornare a casa è diventata la nostra missione

e per avere l’opportunità di portare, laddove può essere ascoltato, un nuovo modo di vedere l’educazione in materia di Cannabis, un educazione che prenda in considerazione l’essere umano…

I progetti del dr. Fagherazzi sono intimamente correlati con il progetto sociale della azienda agricola 5EOB, 5 Elements Organic Bastion. Il progetto è denominato Tree for Relief, TFR.

Tale progetto mira a sviluppare sostenibilmente il piccolo villaggio di Gaggal, insegnando ai ragazzini che la terra e la natura che vi cresce spontaneamente, devono essere considerati un valore e non un bene utile solo alla vendita per trarne il corrispettivo economico. Così facendo Trees for relief vuloe fornire un alternativa valida al contingente problema dell’emigrazione massiva che sta affliggendo intimamente il Nepal. Parallelamente, data la presenza di un medico la terra sarà utilizzata anche per trarne i rimedi naturali che l’uomo ha da sempre usato e, ad oggi, dimenticato.

Tale destinazione di risorse è stata scelta anche come forma di rispetto verso una tra le persone che il Dr. Fagherazzi stima di più, per le sue scelte di vita semplice, Charlie Baba Maharaj-ji. È proprio la figura del rinunciante, infatti, unitamente alla co-cordinazione del progetto che permette al Dr. Fagherazzi di essere sicuro al 100% che questi denari verranno utilizzati per sviluppare le popolazioni locali senza che incorrano i facili sprechi di cui è stato testimone fin troppe volte.

Il denaro, secondo la concezione di Dikesalute, non deve essere altro che un mezzo per ottenere un fine. Per noi, il fine, è quello di migliorare l’intera umanità attraverso la consapevolezza che la Natura è una nostra amica e non una nemica da cui proteggerci e fuggire.

Scopri di più

Cliccando sulle immagini