Blog

Un’idea originale per i regali di Natale

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); La collaborazione tra Dikesalute e l’agenzia White Hill Adventure (Esplora il sito internet) inizia con un’opportunità per coloro che, da un anno, ci seguono. Dopo molte difficoltà, infatti, un titolare dell’agenzia, Anuj, è riuscito ad ottenere il visto per l’Europa (ardua impresa per un nepalese). Anuj ha voluto portare un pezzo del suo paese qui in Europa per condividerlo con noi. Un contributo che potrebbe rendere speciale il vostro Natale grazie ad un regalo di qualità

La Canapa promuove la salute, nostra e del pianeta

Negli anni’90 il parlamento europeo aveva promosso la coltivazione della canapa industriale per poterne utilizzare la fibra come isolante al posto della lana di roccia, riconosciuta come altamente cancerogena. Da allora si sono sperimentati innumerevoli nuovi ed antichi utilizzi, tutti volti ad un miglioramento dell’impatto sull’ambiente e un miglioramento della salute degli utilizzatori e dei produttori di materiali di canapa. Lo scorso anno sono stato intervistato da un’associazione di agricoltori, che mi ha chiesto: “Perché coltivi canapa?”. La mia risposta è

Nomina sunt omina: l’infame Marijuana

Cannabis Sativa Linneum, Canapa in italiano. La Canapa è una specie sola, dotata di uno straordinario corredo genetico, che le permette diverse espressioni in diversi ambienti, ma che rimane sempre, nonostante la stragrande diversificazione di varietà, incrociabile con sè stessa e sempre in grado di generare progenie (semi) fertile. Cento anni fa, per demonizzarla e farla sembrare il peggiore di tutti i mali (e non riesco ancora a rendermi conto bene del perché, nonostante ci abbia scritto sopra dei libri), per

L’Erba Pantagruelion ed il Proibizionismo

Di recente, ad un incontro pubblico sulla canapa, mi è stato chiesto di spiegare le ragioni del proibizionismo. Ho dovuto rispondere che non bastano a spiegare tanto accanimento le ragioni “ufficiali”, cioè: controllo sociale, monopolio economico da parte di grosse multinazionali, movimenti e riciclo di grosse somme di denaro contante, mantenimento dei “clienti” da parte delle società farmaceutiche, imposizione del petrolio e dei materiali da esso derivati per il mantenimento  del monopolio economico (con guerre e stermini di popoli interi, come

Finalmente una buona notizia, c’è luogo e luogo per fare i pagliacci.

“Finalmente una buona notizia c’è luogo e luogo per fare i pagliacci” “per una volta poteva pure dismettere tunica e ciabatte e vestirsi con un po’ di dignità, come da regolamento del senato” “non siamo in Nepal, un abbigliamento più consono alla situazione ci sarebbe stato, suvvia un po’ di buon senso” Questi i commenti alla mia foto di ieri che mi hanno colpito al di sopra degli altri e che mi hanno indotto a scrivere questa breve “storia”. Due giorni

Introspezione: “Non puoi viaggiare su una strada senza essere tu stesso la strada”

La vera moralità consiste non già nel seguire il sentiero battuto, ma nel trovare la propria strada e seguirla coraggiosamente. Mahatma Gandhi Sono tornato in Italia da poco più di un mese. Ritornare alle origini, da dove sono partito, è stato per me, come essere messo di fronte, in uno sguardo, a tutto quello che mi è successo, dentro e fuori in questo tempo. Mi sono sentito normale e diverso allo stesso tempo. Una sensazione strana, risultante dalla sintesi di due

Introspezione: il Pregiudizio tiene in ostaggio la Libertà

Vorrei dedicare questo 14esimo lunedì di silenzio ad una famiglia che sta seriamente rischiando di essere distrutta da un pregiudizio. Ogni volta che mi trovo a riflettere su simili questioni non posso che riflettere sul concetto di Libertà e di come questo sia, talvolta, un’illusione perfettamente integrata nel nostro sistema nervoso. Ho sempre trovato strano che i mezzi che Madre Natura ci offre per poter fare esperienza personale di questo concetto, siano, sistematicamente, illegali. Ed è strano notare come tale illegalità,

Introspezione: Barcellona un attentato alla Libertà delle anime

Oggi Silvia avrebbe compiuto 33 anni. In questi 7 anni che sono passati dalla sua scomparsa non posso che dedicarle tutto questo. Tutti gli sforzi e tutti i progetti che Dikesalute sta compiendo derivano dal suo “sacrificio inconsapevole”. Non ho voluto vanificare nessuna delle sue parole, ho cercato di viverle appieno, in primis su me stesso, con la consapevolezza interiore che anche lei, ovunque essa sia, ne stia godendo insieme a me, simultaneamente, in un rapporto che va al di la

Cannabis e medici cattolici, il trasformismo dell’antica Inquisizione

C’è stato un tempo della mia vita in cui i miei amici più cari mi definivano fervente cattolico. Partecipavo regolarmente alla S. Messa domenicale, credevo in Gesù Cristo e avevo cieca fiducia nella Chiesa Cattolica. Dai 15 ai 19 anni ho partecipato regolarmente, ogni anno, ai pellegrinaggi che l’UNITALSI organizzava a Lourdes dove aiutavo, come potevo, i malati e sognavo di fare il medico, cattolico. Ricordo chiaramente il momento della mia “crisi”, ero a Medjugorje, in missione con l’associazione Il Piccolo

Franco Casalone, parte 4 di 4

Il guru italiano della Cannabis si racconta DikeSalute presenta la quarta parte dell’intervista a Franco Casalone. In quest’ultima puntata il guru della cannabis ci rivela molte curiosità sul hashish prodotto tra Afghanistan e Pakistan, uno dei più misteriosi e sconosciuti per colpa delle guerre che hanno reso impossibile frequentare questi territori. In conclusione Franco ci regala molte informazioni riguardo l’hashish che gira in Europa, spiegandoci come le piante femminilizzate stiano rompendo delicati equilibri e di come attualmente sia aumentato “troppo” il